ORE 07:13

Il Napoli dei titolarissimi per tornare a correre in campionato

Messa da parte la Champions League fino a febbraio, il Napoli ha il dovere di concentrarsi, nei due mesi che verranno da qui alla sfida con il Chelsea, solo ed esclusivamente sul campionato. I troppi passi falsi di questo inizio di stagione devono essere archiviati a cominciare dalla sfida di domani sera contro la Roma nel posticipo del San Paolo.

I giallorossi sono ancora alla ricerca della quadratura del cerchio, ma hanno dimostrato, nell’ultima sfida contro la Juventus, di avere molto da dire e le individualità tecniche di giocatori come De Rossi, Totti, Lamela, Osvaldo, non consentono di dormire sonni tranquilli. Luis Enrique dovrà però fare i conti con assenze importanti, tra squalificati (Pjanic) e infortunati (Kjaer, Borini, Burdisso e Cassetti), ma schiererà comunque una formazione che potrà contare sul recupero di Pizarro. Il cileno andrà in campo infatti dal primo minuto, con De Rossi ancora dirottato sulla linea dei difensori, al fianco di Henzie. Rosi e Josè Angel completeranno il pacchetto davanti a Stekelenburg. A centrocampo, al fianco del regista cileno, dovrebbero esserci Greco e Simplicio, mentre Totti, Lamela e Osvaldo formeranno il tridente offensivo, con Borriello e Bojan che dovrebbero andare in panchina.

Di contro Walter Mazzarri sembra avere il problema opposto rispetto allo spagnolo, potendo mandare in campo la migliore formazione possibile, quella dei titolarissimi. Tra i pali ci sarà De Sanctis, davanti al quale la linea difensiva sarà composta dal solito terzetto Campagnaro, Cannavaro e Aronica. A centrocampo, con Maggio, Gargano e Inler, l’unico dubbio è rappresentato dalla scelta tra Zuniga e Dossena, che fino alla fine si giocheranno la maglia da titolare sulla corsia di sinistra.         In attacco Hamsik, fresco di rinnovo, e Lavezzi supporteranno Edinson Cavani. Il matador la scorsa stagione a Roma siglò una doppietta fondamentale nella rincorsa alla Champions. E chissà che non possa ripetersi anche quest’anno, magari approfittando degli spazi che i giallorossi non lesinano a lasciare, in un San Paolo che vuole tornare in campionato a provare le gioie europee.

Francesco Monaco

Share