ORE 00:59

Mercato Napoli. In arrivo il quinto tenore

corona

Napoli ormai è entrata nel novero delle grandi e la qualificazione agli ottavi di Champions, oltre a portare nelle casse partenopee un bel gruzzoletto, ha sensibilmente aumentato l'appeal degli azzurri anche sul mercato.

De Laurentiis vuole infatti regalare ai tifosi un nuovo tenore, un altro giocatore in grado non solo di far rifiatare i titolari, ma che possa essere un alternativa importante, a partita in corso, per cambiarne le sorti.

Due sono i nomi che in queste ore stanno circolando negli ambienti di mercato: Marco Borriello ed Eduardo Vargas. Il direttore Bigon sta valutando offerta tecnica ed economica per scegliere su chi dei due puntare. Entrambi sono giocatori di alto livello, andiamo quindi ad analizzare pro e contro di entrambe le operazioni, per ipotizzare quale sarà la scelta finale della società azzurra.

Marco Borriello attaccante napoletano classe '82 in forza alla Roma, è la classica punta centrale potente e forte nei fondamentali, con un gran fiuto per il gol. Dal punto di vista tecnico sembrerebbe l'innesto ideale, sia per l'esperienza accumulata in questi anni tra Genoa, Milan e Roma, sia per caratteristiche, mancando al Napoli un giocatore da area di rigore, che possa scardinare le difese più coperte. Un attaccante pronto all'uso, che tornerebbe nella sua città difendendone per la prima volta i colori, potendo quindi contare sulle motivazioni e sull'orgoglio di un giocatore in cerca di riscatto, avendo trascorso la prima parte di stagione sotto la guida di Luis Enrique, tra panchina e tribuna, collezionando solo pochi scampoli di partita.

I contro sono esclusivamente contrattuali. Borriello arriverebbe in prestito dalla Roma, che ha investito, appena 6 mesi fa, circa 10 milioni di euro per acquistarlo dal Milan e non intende svendere. L'ingaggio del giocatore è superiore al budget previsto dalla società azzurra, che però dovendo pagare solo la metà (2 milioni ndR) potrebbe fare questo sacrificio. Un'operazione stile Pandev, che potrebbe far gola al Presidente, dovendo investire poco, ma che non offrirebbe alcuna garanzia di una permanenza dell'attaccante napoletano in caso di rilancio; per la serie meglio un uovo oggi che la gallina domani.

Passiamo al secondo nome: Eduardo "Edu" Vargas, attaccante cileno classe '89 di proprietà dell'Universidad del Chile. Considerato in patria in nuovo Alexis Sanchez, a cui si avvicina molto come stile e movimenti in campo, Vargas sarebbe un ottimo vice Lavezzi, probabilmente con una miglior capacità in zona gol. Insomma il ragazzo ha le stimmate del campione, avendo dimostrato quest'anno, nonostante la giovane età, di poter essere decisivo (ha condotto l'Universidad alla vittoria della Copa Sudamericana con 11 gol in 12 partite). Naturalmente, dopo l'ultima stagione, il prezzo del cartellino è lievitato sensibilmente e pare che il Napoli non sia l'unica società interessata alla giovane stella cilena; gli emissari azzurri hanno offerto una cifra vicina ai 13 milioni di euro, che se accettati sarebbero il nuovo record per il mercato cileno.

I contro sono rappresentati non solo dall'investimento importante, che se ripagato con estro e gol sul campo dal giovane Edu, non sembrano certo un problema, ma soprattutto dai tempi di inserimento e dalle necessità tattiche di Mazzarri. Vargas, come ogni giovane sudamericano avrà bisogno di un periodo di inserimento più o meno lungo, che potrebbe rendere il giocatore non immediatamente pronto per le sfide importanti che attendono gli azzurri in campionato e Champions. Inoltre l'aspetto tattico; Mazzarri vuole un alternativa a Lavezzi, quindi un giocatore con caratteristiche simili al Pocho, a Pandev e Mascara, oppure un giocatore con caratteristiche diverse per sfruttare diverse soluzioni in fase offensiva?
Voi chi portereste in azzurro?

Diego Civitillo

Share