ORE 18:52

L'arbitro ne combina di tutti i colori ed il Rione Terra va ko

Valevole per l'ottava giornata di campionato, allo stadio Felice Nappi di Somma Vesuviana, il Rione Terra è ospite del Summa Rionale Trieste di mr Luigi Coppola. In classifica gli amaranto di Somma Vesuviana stazionano a metà classifica e, con undici punti, si candidano al ruolo di possibile outsider del campionato. La squadra di Pozzuoli, invece, è chiamata alla prova del nove, in cerca di una vittoria che potrebbe sancire definitivamente la sua candidatura da pretendente al titolo.

Mr. Sanchez non cambia e manda in campo gli stessi undici che hanno sconfitto Casavatore nella giornata precedente. Fiducia quindi a Mazzucchiello in mezzo al campo e a De Simone sull'out di destra, inizialmente preferito al rientrante De Felice.

Prima del match l'arbitro Di Giovanni di Caserta fa osservare un minuto di raccoglimento in onore delle vittime del Messinese.

Al via i bianco-azzurri di Pozzuoli partono forte con Conte che, al 4', è imprendibile sulla corsia di destra, l'ala sfugge a tre avversari e fa partire un preciso cross per la testa di Quartulli, l'attaccante prova in tuffo, ma la sua conclusione si perde a lato. Un minuto più tardi ancora Conte, questa volta imbeccato da uno splendido lancio di Fortuna, esibisce un tiro-cross al vetriolo, ma nessuno dei suoi compagni è lesto a ribadirlo in rete. Al 6' è il Summa Rionale a sfiorare il gol con il suo centravanti Abete che, lanciato dalle retrovie, è bravo a resistere alle cariche di Mangiapia e poi a concludere verso la porta, ma la palla supera la traversa. Al 18' sciabolata di Mazzucchiello verso l'area di rigore granata, Albano esce dai pali per far sua la sfera, ma al momento della presa il pallone scivola dalle mani e cade sui piedi dell'accorrente Ginesrta, l'estremo difensore si fionda e riconquista il pallone, ma l'attaccante puteolano va giù e per il direttore di gara è calcio di rigore. Dopo le vibranti proteste dei padroni di casa per la generosissima concessione, sul dischetto si presenta lo stesso capitano puteolano, il suo tiro è forte ed angolato ma Albano compie un vero e proprio miracolo e neutralizza l'esecuzione dell'avversario. Al 24' il fantasista della Summa ci prova con un tiro dalla distanza che, però, è fuori misura. Al minuto 28 Panico viene steso appena fuori l'area di rigore da Castaldo, il conseguente calcio piazzato del terzino Allocca è davvero potente, ma non inquadra la porta difesa da Grillo. Al 34' colossale palla gol per la Summa Rionale sciupata ancora da Allocca; una punizione battuta dalla corsia di sinistra trova il difensore granata libero in area di rigore, la sua zuccata da pochi passi è ancora una volta imprecisa ed i supporter puteolani tirano un sospiro di sollievo. Al 41' Sanchez deve correre ai ripari per far fronte alla defezione occorsa a Giovanni Fortuna; la mezz'ala è costretta così a lasciare il posto al giovane Barone. Al 43' Ginestra, in contropiede, innesca la corsa di Quartulli sul vertice alto dell'area di rigore, la punta non ci pensa su due volte e sprigiona un tiro mancino di pregevole fattura che trova, però, l'opposizione esemplare di Albano che devia in corner. Dalla bandierina va Ginestra, il suo cross è respinto dalla difesa, ma a raccogliere la palla al limite dell'area c'è Mazzucchiello, il colosso bianco-azzurro fa esplodere un siluro che piega le mani ad Albano e si infila sotto la traversa per il vantaggio del Rione Terra. La gioia dei flegrei è, però, davvero breve, infatti, al minuto 46, un lancio lungo dalle retrovie è respinto malamente dalla testa di Mangiapia, nei pressi si trova Abete che sfodera un sinistro al volo di prima intenzione che va ad infilarsi imparabilmente nel set della porta difesa da Grillo per l'uno a uno granata.

Al ritorno dagli spogliatoi non ci sono cambi, ma al 52', De Simone, dopo una prova non all'altezza delle precedenti, lascia il posto a De Felice. Al 59' Quartulli va via sulla destra e con un ottimo cross trova Conte tutto solo sul lato opposto dell'area di rigore, la forte ala puteolana, che avrebbe tutto il tempo per lo stop, opta per la conclusione volante ma la sua palla, tradito anche da un pessimo terreno di gioco, va lontanissima dal bersaglio. Un minuto più tardi il doppio episodio che cambia la partita. Sulla destra un netto fallo ai danni di De Felice non viene sanzionato dall'arbitro, il difensore non ci sta e reagisce malamente ai danni dell'avversario beccandosi giustamente il cartellino giallo e le ingiurie della squadra di casa. Sulla susseguente punizione la palla è scodellata al centro dell'area, lo stesso De Felice ha la meglio in uno scontro aereo e respinge la minaccia, ma l'arbitro Di Giovanni, tra lo stupore di tutti, vede un intervento irregolare del difensore del Rione Terra che viene ammonito per la seconda volta nel giro di pochi secondi e, di conseguenza, espulsione per lui e penalty per il Summa Rionale. Dal dischetto Marino non sbaglia e sigla il 2 a 1 che completa la rimonta dei padroni di casa. Il Rione Terra non molla e dimostra di essere in partita, ma al 79' Mangiapia perde letteralmente la testa ed, in area di rigore, stende il neo-entrato Barone a palla lontana. L'ingenuità non sfugge all'arbitro che caccia dal campo il difensore flegreo e, come da regolamento, assegna il terzo rigore della giornata. Sul dischetto va lo stesso Barone che firma il definitivo 3 a 1. Nel finale, nonostante la doppia inferiorità, il Rione Terra sfiora per due volte la rete della speranza, ma in entrambe le occasioni Quartulli, innescato sempre da Ginestra, solo d'avanti al portiere non riesce a fare centro.

Il risultato non cambia più ed i puteolani, per la seconda volta dall'nizio del torneo, escono sconfitti dal terreno di gioco. Alto merito va dato ai ragazzi di mr. Coppola capaci di soffrire e di reagire all'iniziale svantaggio. La squadra di Sanchez, invece, oltre alle falle individuali, ha la gravissima colpa di non aver portato all'intervallo quel vantaggio trovato ad un minuto dal break e che avrebbe portato la squadra al riposo con uno spirito diverso. La vera nota dolente del match è stata però, senza dubbio, la gestione del direttore di gara, autore di una serie interminabile di errori che hanno compromesso la serenità dei protagonisti del match e di entrambe le tifoserie. Dopo la caduta arriva il momento di rialzarsi e per farlo in fretta c'è l'assoluto bisogno di uno spogliatoio unito e deciso a lottare per l'obiettivo comune. Ad ogni modo,l 'intero ambiente confida nelle capacità del proprio tecnico di far quadrato attorno a se e di dare alla squadra la giusta serenità per ritornare alla vittoria già domenica prossima per l'attesissimo esordio al D.Conte e lasciare, così, nel dimenticatoio una gara andata male.

Summa Rionale Trieste 3 - Rione Terra 1

Tabellino

Summa Rionale Trieste : Albano 7.5, Allocca 7, Bove 5.5 (60 St Ronca 6), Allocca 6, Capasso 6.5, Caporasso 6, Panico 7, Conte 6, Abete 7, Marino 7, Esposito 5.5 (70'st Barone 6.5)

Rione Terra : Grillo 6, De Simone 4.5 (52'St De Felice 4.5), Mangiapia 4, Castaldo 5, Paesano 5.5, Fortuna 6 (41'st Barone 5.5 (24'St Scuteri 6) ), Mazzucchiello 6.5, Mauriello 6, Conte 6.5, Ginestra 6, Quartulli 5.5 A disp: Scuteri, Rocco, Esposito, Tortora All. Sanchez

All. Sanchez 6.5

Arbitro : Di Giovanni di Caserta 4

Marcatori : 44'Pt Mazzucchiello, 46'Pt Abate, 62'St Marino (Rig.), 82'St Barone (Rig.)

Carlo Zullo

Share
 

Calcio

Altri sport

23 Novembre 2014

Azzurri ancora a secco di punti lontano dal Palabarbuto (quarta sconfitta consecutiva su altrettante gare giocate in trasferta). Al PalaFerraris finisce 75-60 in favore della formazione locale.