ORE 18:43

Il Rione Terra corsaro a Portici

A pochi giorni dalla debacle di Quarto contro Mugnano, la Coppa Campana va nuovamente di scena ed offre un'immediata occasione di riscatto al Rione Terra. È lo stadio "S. Ciro" di Portici ad ospitare la seconda gara del girone che quest'oggi vede contrapporre alla squadra flegrea la neopromossa in prima categoria Virtus Portici.

Il turno infrasettimanale vede il tecnico Sanchez privo di diverse pedine del proprio scacchiere, in particolare il mister si ritrova a dover fare a meno del centravanti Quartulli e della coppia centrale difensiva Migliorato - De Felice (quest'ultimo tra i pochi a salvarsi nell'ultima uscita ). 

I padroni di casa si schierano con un classico 4-4-2 dove spicca in avanti il nome del bomber Petrazzuolo, autore di ben 36 reti nello scorso campionato.

La partita ha un avvio scoppiettante con un immediato botta e risposta che vede protagonisti al 2' Nasti con una conclusione in mischia di calcio d'angolo che finisce incredibilmente a lato e, subito dopo, al 4' Infantozzi che impegna severamente Grillo. Il proseguo della gara si combatte a centrocampo, con svariate imprecisioni nei passaggi da una parte e dall'altra. Tra il 19' ed il 23' break del Rione Terra. Al 19' bella girata dal limite di Mazzucchiello bloccata a terra dal portiere Damiani. Un minuto più tardi azione insistita di Paesano sulla corsia destra, supera due avversari e mette al centro, ma il cross non è preciso. Al 21' gran tiro dalla distanza di Mazzucchiello con palla che sfiora il palo. Per vedere una reazione dei padroni di casa bisogna attendere il 30', quando Infantozzi serve un assist al bacio per Petrazzuolo che tira di poco alto sulla traversa. Prima dello scadere la squadra di Portici va ancora due volte alla conclusione prima con Infantozzi e poi con Petrazzuolo, ma le conclusioni non impensieriscono al retroguardia flegrea. Si va cosi negli spogliatoi a reti inviolate, dopo un primo tempo che ha visto il Rione Terra più volte avvicinarsi pericolosamente alla porta avversaria ed il Portici rispondere con la fantasia dei suoi uomini d'attacco.

Alla ripresa le squadre tornano in campo con gli stessi uomini. All' 53' incredibile palla gol per la Virtus ancora con Petrazzuolo, il bomber sfugge come un fulmine alla difesa del Rione Terra e si presenta tutto solo davanti al portiere, ma calcia abbondantemente a lato. Ma al minuto 63 sono ancora i padroni di casa a sfiorare il gol ed ancora con Petrazzuolo, il quale fa partire una sassata che fa tremare la traversa; davvero sfortunata la punta dei padroni di casa questa volta. Al 76' Rione Terra vicinissimo al vantaggio; dalla destra Paesano mette al centro uno stupendo cross per l'accorrente Mauriello, la palla scende tesissima davanti al portiere e la mezzala colpisce benissimo, ma una gran parata di Damiani gli nega la gioia del gol. Al 77' si rivede la Virtus con Ranavolo che impegna Grillo dopo una bella percussione. La tensione sale così come il nervosismo ed i cartellini aumentano a dismisura, ma a tre minuti dalla fine arriva il vantaggio della squadra flegrea. A risolvere l'incontro è una punizione calciata magistralmente dal sinistro di Ginestra, il fantasista calcia dalla notevole distanza e la palla, dopo aver superato la barriera, si va ad insaccare alle spalle dell'incolpevole portiere avversario facendo impazzire di gioia i compagni e tutta la panchina.

Nel finale il risultato non cambia e il Rione Terra raccoglie i tre punti utili soprattutto al morale della squadra che aveva bisogno di ritrovarsi immediatamente dopo lo sciagurato esordio di Domenica. Molte le note positive, su tutte lo spirito e la coesione con cui gli uomini di Mr. Sanchez hanno affrontato il momento delicato. Il tecnico ha avuto il merito di sopperire con gli opportuni cambi alle assenza ma, soprattutto, di sostenere ininterrottamente i propri ragazzi, portandoli ad una vittoria che porterà una ventata di positività e convinzione non indifferente all'interno dello spogliatoio.

Virtus Portici 0

Rione Terra 1

Tabellino

R.Terra (4-3-2-1) Grillo, Paesano, Esposito, Mangiapia, Rocco, Nasti, Mauriello, Fortuna, Ginestra, Tortora, Mazzucchiello (A disposizione : Muoio, Rotta) All. Sanchez

Portici (4-4-2) Damiani, Mollo, Piatti, Aruta, Franco, Lanuti (6' Pietropaolo), Romano (75' Ranavolo), Scuotto, Petrazzuolo, Infantozzi, Punzo (80' Acampora)

Marcatori: 87' Ginestra

Ammonizioni: Franco, Petrazzuolo, Romano, Mollo , Esposito, Nasti, Mauriello

Carlo Zullo

Share
 

Calcio

29 Ottobre 2014
Il Napoli non riesce ad ingranare. Padrone del campo dall'inizio alla fine, si fa beffare grazie alla solita disattenzione difensiva (stavolta di un irriconoscibile Albiol) che Denis sfrutta per il suo ennesimo gol da ex.
Gli azzurri trovano il pari meritato con Higuain, che poi però spreca tutto facendosi parare da un grande Sportiello (migliore dei suoi) il rigore della vittoria.

Altri sport

26 Ottobre 2014

Gli azzurri perdono ad Agrigento la loro prima gara giocata lontano da casa (81-75 dts). Coach Calvani: "Siamo una squadra nuova e che deve maturare, ma queste occasioni devono essere colte".