ORE 12:57

  Sostieni la Libera Informazione Flegrea, l'unico magazine davvero indipendente per Napoli e provincia, dona con Paypal, Postepay o carta di credito

Super Ginestra e Coppola stendono l'Afragolese

Sabato 21 Gennaio, allo stadio "Domenico Conte" di Arcofelice, contornato da una splendida cornice di pubblico, il Rione Terra ospita l'Afragolese allenata da mister Borriello. Il tecnico dei bianco-azzurri, Luigi Sanchez, nelle ultime settimane sembra aver finalmente trovato la quadratura del cerchio, motivo per il quale conferma quasi in toto l'undici che settimana scorsa ha pareggiato sul campo di Portici.

Le uniche eccezioni riguardano le assenze forzate dell'indisponibile Fortuna e dello squalificato Quartulli; a colmare il vuoto lasciato a centrocampo è l'esordio stagionale dal primo minuto di Vincenzo Coppola, che completa così il reparto con Catapano e Mazzucchiello, mentre in attacco ad affiancare Conte e Ginestra c'è Tortora. Gli ospiti di Afragola pur viaggiando in cattive acque, con i soli 10 punti conquistati fino ad oggi ed in piena zona play-out, arrivano a Pozzuoli senza alcuna intenzione di fare regali ai propri avversari, confezionando, così, tutte le premesse per un match ricco di emozioni.

Avvio di gara a ritmi alti, il Rione Terra controlla il gioco, ma la prima conclusione degna di nota è degli ospiti, precisamente con il suo fantasista Alberini, che al 3' fa sua una corta respinta della difesa dopo gli sviluppi di un calcio d'angolo e, senza pensarci su due volte, dal limite, controlla e tira verso la porta difesa da Cortese, con palla che termina a lato non di molto. Nei minuti a seguire la grinta agonistica sembra prendere il sopravvento sulla tecnica dei giocatori in campo, ma al 20' il Rione Terra passa in vantaggio con Salvatore Ginestra. Azione avviata poco dopo il centrocampo da Conte, l'estrosa ala innesca, sulla corsia di sinistra il compagno di reparto Tortora, il quale riesce, a sua volta, a trovare lo spazio per il traversone basso che trova pronta la zampata del capitano puteolano. La rete del vantaggio sembra aver spezzato l'equilibrio della gara, l'Afragolese accusa il colpo ed il Rione Tera al 24' sfiora il raddoppio, questa volta con Conte, che sulla destra, da posizione assai defilata, tenta di beffare l'uscita del portiere con un colpo da biliardo, ma la sua conclusione di esterno è leggermente imprecisa. L'appuntamento con il gol, però, è solo rimandato, così, al minuto 28, il Rione Terra sforna il bis con la personale doppietta di Ginestra. L'azione che lo porta al gol è un tributo al gioco di squadra; Coppola lancia ottimamente Conte sul versante destro, a sua volta l'esterno flegreo, si beve il diretto avversario spingendosi sul fondo, per poi servire all'indietro l'accorrente Catapano, è un tiro-cross quello che parte dai suoi piedi e che trova puntuale la deviazione vincente del solito Ginestra. La partita è ormai nel totale controllo dei padroni di casa e gli avversari faticano a trovare lo spunto necessario a riaprire l'incontro. Ad un minuto dalla pausa, arriva il terzo gol del Rione Terra. Sugli spalti è festa, perché a mettere la firma sul tabellino marcatori, questa volta, è Enzo Coppola; il ragazzo, nonostante lo scarso utilizzo, si è dimostrato un esempio di professionalità, facendosi trovare pronto ogni volta che ce ne è stato bisogno e senza mai discutere le scelte del proprio allenatore, cosicché, quando insacca il perfetto assist servitogli dal solito Conte, il pubblico si alza in piedi per regalargli uno scrosciante e meritato applauso. Un minuto dopo l'Afragolese prova a reagire con il suo esterno di centrocampo Russo che, con un tiro dalla distanza, impegna severamente Cortese, che però è bravo a farsi trovare pronto. Si va, così, negli spogliatoi sul risultato di tre a zero per la squadra allenata Sanchez.

Ad inizio ripresa, con l'inserimento di un attaccante, Odierno, al posto di un centrocampista, Ercole G., si capisce subito che chi si aspettava di vedere un'Afragolese rinunciataria rimarrà deluso. A dimostrazione di quanto detto, gli ospiti partono subito all'attacco e più volte, proprio con il neo entrato Odierno, tentano di scardinare la difesa dei flegrei. Al 15' l'Afragolese sfiora il gol con il suo centravanti Minichino che viene lasciato colpevolmente libero di muoversi in area di rigore, ma fortunatamente la sua conclusione non è precisa. Al 19' la palla gol non sfruttata dall'Afragolese ha dell'incredibile, in mischia è buona l'occasione sui piedi di Odierno, ma la sua conclusione trova pronta la respinta di Cortese; la palla carambola nei pressi di Faiello che a porta totalmente sguarnita riesce a calciare alto. Subito dopo, la partita, che già viaggiava su binari pericolosi, si innervosisce ulteriormente e, dopo un prolungato battibecco a centrocampo tra Mazzucchiello e Minichino, scatta il giallo per entrambi, ma l'attaccante della Afragolese, già ammonito, è costretto ad abbandonare anzitempo il terreno di gioco, in una situazione di confusione totale. Nonostante l'inferiorità numerica l'Afragolese non molla e al 29' trova il gol della speranza con il neo-entrato Castaldo, abile a sfruttare la palla vagante dopo l'uscita strampalata di Cortese che, come contro il Portici, sbaglia totalmente la presa. Per rivedere il Rione Terra affacciarsi nuovamente in area di rigore avversaria bisogna attendere il 34', quando Conte, dopo un liscio del terzino dell'Afragolese, Borriello, tenta il pallonetto per sorprendere Anastasio, ma la palla è fuori di un soffio. Al 35' il D. Conte è tutto in piedi ad applaudire il ritorno in campo di Daniele Stasino. Il beniamino dei tifosi bianco-azzurri, fuori da tempo per la rottura del crociato, è finalmente pronto a dare un consistente apporto alla causa puteolana. Un minuto più tardi è Ginestra a mancare l'occasione per abbassare il sipario sul match; il fantasista puteolano prima innesca la corsa di Conte sulla corsia sinistra, poi, in scivolata, tenta di chiudere il triangolo a pochi centimetri dalla linea di porta, non trovando, però, la deviazione vincente. In chiusura l'ultima opportunità capita al neo-entrato Givanni Barone, che appena fuori l'area di rigore calcia di prima intenzione un comodo appoggio di Ginestra, ma Anastasio blocca la sua conclusione.

La partita finisce così sul risultato di 3-1 per i bianco-azzurri di Pozzuoli, dopo una gara dal doppio volto. Un primo tempo impeccabile da parte dei padroni di casa, con Ginestra in giornata di grazia; nella seconda frazione gli ospiti vengono fuori decisamente bene, mettendo, così, in discussione un risultato che alla fine della prima frazione li vedeva con poche speranze di recupero. Il risultato odierno è, tuttavia, preziosissimo, soprattutto se si considera il mezzo passo falso del Cimitile che impatta sul campo dell'Ottaviano e, ancor di più, per la netta sconfitta esterna della capolista Portici sul campo della Boys Pianurese. In classifica adesso sono solo due le lunghezze che separano i puteolani dalla vetta, ma la bagarre è decisamente entrata nel vivo. E adesso si va a Scampia!

Tabellino

Rione Terra : Cortese 5.5 , Tizzano 6.5 (33'st Barone 6), Atrio 6.5, Paesano 6, De Felice 6.5, Mazzucchiello 6 (35'st Stasino s.v.), Catapano 6.5, Coppola 7 (25'st De Iulis 6.5), Ginestra 7.5, Conte 7 (41'st De Simone s.v.), Tortora 6.5 A disp.: D'Isanto, Rocco, All. Sanchez 7

Afragolese : Anastasio 6, Speziale 5.5, Borriello 5, Castaldo 5, Ercole P. 5.5, Faiello 6, Russo 4.5, Ercole G. 5 (1'st Odierno 7) Minichino 5.5, Alberini 5 (17'st Castaldo E. 6.5) Bassolino 6 A disp. Iuliano Esposito f. Esposito D., Di Leva Coppola All. Borriello 6

Arbitro Passaro di Frattamaggiore 6.5

Marcatori : 20'pt e 28'pt Ginestra, 44'pt Coppola, 29'st Castaldo (A)

Note 20'st Espulso Minichino per doppia ammonizione

Carlo Zullo


Ottaviano e, ancor di più, per la netta sconfitta esterna della capolista Portici sul campo della Boys Pianurese. In classifica adesso sono solo due le lunghezze che separano i puteolani dalla vetta, ma la bagarre è decisamente entrata nel vivo. E adesso si va a Scampia!/strong
Share
 

Calcio

Altri sport

17 Aprile 2014

Biancazzurri battuti 12-7 in gara 1 dei quarti di finale playoff. Miglior realizzatore Di Costanzo (3 gol).