ORE 18:44

Basket, regular season da incorniciare per la BPMed Napoli

Con la vittoria di Trento è calato il sipario sulla regular season del Napoli Basketball, che chiude con numeri da record.

I numeri della DNA dicono che gli azzurri chiudono la Divisione Sud Ovest in testa con 54 punti, frutto di 27 vittorie e soltanto 7 sconfitte; seconda miglior difesa del campionato, 11 vittorie su 12 partite contro squadre del Nord, il primato al Sud conquistato con 5 turni d'anticipo.

Al PalaBarbuto, 14 successi e 3 ko (due nelle ultime giornate) e miglior difesa interna del campionato. Leader degli azzurri è Bernardo Musso, che chiude il campionato al primo posto per punti segnati (19.8, high a Ferentino con 37), per assist (4.24) e nella categoria valutazione (23.83). L'argentino è anche nella top 20 dei rimbalzi (6.65), dove la seconda piazza è occupata da Andrea Iannilli (9.9, accompagnati da 10.3 punti e da 2.65 assist).

"Anche a Trento abbiamo giocato con grande energia, quest'anno siamo andati in campo sempre per vincere e non regalare nulla a nessun avversario", ha detto il tecnico napoletano Maurizio Bartocci. "Abbiamo ancora qualche problema fisico che speriamo di smaltire in vista dei playoff, ma la voglia di questa squadra di giocare con lo stesso impegno anche una partita che era fondamentale per Trento e ininfluente per noi è un bel segnale". Il 6 maggio partono i playoff, Napoli aspetta la vincente di Trento-Casalpusterlengo. "Abbiamo già iniziato un lungo cammino di preparazione, sarà fondamentale tenere alta la tensione – continua il coach -. Purtroppo far passare tre settimane tra la regular season e i playoff è un errore assoluto, occorreva maggiore attenzione quando sono stati stilati i calendari. Ma non possiamo farci nulla, queste sono le regole, il nostro compito è non mollare mai la presa da qui a giugno".

Ufficio Stampa Napoli Basketball

Share
 

Calcio

Altri sport

19 Ottobre 2014

Gli azzurri sfruttano a dovere il fattore Palabarbuto vincendo anche la seconda delle tre gare interne consecutive (Veroli sconfitta 85-71).