ORE 02:08

Anime, debut album di C'è: tra pop e cantautorato

“Anime”, di Cesare Isernia e band (in arte "C'è"), è un disco pop, di quel pop che però sa di maturo e che accarezza il cantautoriale. Di solito per pop si intende “popolare”. Sicuramente tutti i brani sono molto orecchiabili ed armoniosi, non particolarmente complessi nella struttura. Eppure riconosciamo a Cè un certo essere intimistico, tipico dei grandi autori italiani.

Si diceva di pezzi semplici e fischiettabili (“Ballando Ballando” e “Andando via”): una chitarra acustica sicura e furba, che richiama per certi versi il classico dei classici Liga e Vasco.

Si diceva di pezzi intimisti e romanzati (“Chiuso in me” e “Lunedì”): voce bassa, ben impostata, una ritmica di batteria che accompagna senza esagerare, buoni riff, testi evergreen, ed ecco il richiamo ad autori come Gaetano, Ciampi, Celentano (anche se un po' alla lontana).

Nel complesso “Anime” è un disco sincero, genuino. Arrangiamenti tipici di chi suona ciò che ascolta, segno di responsabilità e rispetto verso i grandi del passato. Non c’è una grossa ricerca del nuovo, ma sicuramente riconosciamo in Cesare Isernia e Band una spontaneità nel sound che se ben perseguita - e con un pizzico di coraggio in più - potrebbe allontanarlo quel tanto che basta dai suoi “trascorsi” da farlo divenire semplimente Cè…e meno c’era. Perdonatemi il gioco di parole.

Da ascoltare live, dove siamo sicuri che il pathos possa farla da padrone.

Artista: CE
Titolo: Anime
Genere: Cantautorato
Label: Autoprodotto 2012
Sito: qui

Share